Campo di lavoro a Imola (BO)

Scopo del campo è vivere un'esperienza di servizio, di fraternità e di missione per sostenere progetti missionari in tre paesi africani: a Mondou (Ciad), a Bouar (Centrafrica) e a Tarcha (Etiopia).

Insieme impareremo l'importanza del riuso, del riciclo e dei nuovi stili di vita per il bene della comunità e del mondo intero. Il lavoro quotidiano prevede di allestire e di gestire per una settimana il mercatino del riuso dei frati cappuccini di Imola, il cui ricavato è destinato a sostenere la nostra missione.

Venerdì 2 settembre non mancate all’appuntamento con il "Mercatino in musica", anche quest'anno  inserito nella manifestazione "Imola in Musica".

Il tutto sarà vissuto, sia da parte dei volontari che da parte dei visitatori, nel rispetto delle regole di
sicurezza imposte per la prevenzione del Covid-19.

22 agosto - 3 settembre 2022

dai 16 anni

costo: voglia di lavorare
I volontari dovranno provvedere autonomamente a vitto e alloggio

info: fr. Matteo Ghisini
cell. 335 8335952
teobarba70@gmail.com

Scarica la locandina e inviala ai tuoi amici!

Progetti sostenuti con il campo di lavoro

Voci dal campo

È un’esperienza che fa crescere ognuno di noi anno dopo anno: ci insegna a vivere con gioia, a condividere, a confrontarci con culture diverse, a rispettare gli altri ma soprattutto ad ascoltare le esigenze delle persone che abbiamo di fronte per le quali acquistare un qualsiasi oggetto al mercatino significa riuscire a portare nella propria famiglia ciò che serve per vivere con dignità. Non solo: sapere che il nostro servizio può aiutare intere comunità nel continente africano, che trovano la loro speranza per il futuro nei bambini e nelle giovani generazioni, avvalora ancora di più il nostro cammino e la nostra formazione.

Leggi tutto

Ilenia Volontaria del campo di lavoro

Il campo missionario dei frati cappuccini di Imola mi accoglie ormai da qualche anno e ognuno di questi è stato speciale e significativo per la mia vita. Posso dire che il campo di lavoro mi ha aiutato molto nello sviluppare la capacità di adattamento. Ci sono delle giornate veramente sfidanti, nelle quali si è spinti a mettersi in gioco e ad uscire dalla propria zona di confort. Da queste sfide ne sono uscita sempre molto arricchita, soddisfatta e soprattutto grata.
Quando il mercatino chiude, verso tardo pomeriggio, ho sempre la sensazione di essere stata utile e di aver fatto un piccolo pezzettino per aiutare un progetto al quale credo molto, ossia il supportare le missioni dei frati.
Il campo mi ha dato l’opportunità di affezionarmi ad un gruppo di volontari unico. I rapporti che ho creato con queste persone sono genuini, probabilmente perché condividiamo lo spirito di servizio che sta alla base dell’essere volontari. La presenza dei frati ha sicuramente arricchito la mia esperienza, mi hanno sempre offerto un aiuto oltre che pratico, anche di ascolto sincero.

Chiara Volontaria del campo di lavoro